Paolo Savona: Sud sprecone? Solo uno stereotipo, il Sud da più di quanto riceve

20 febbraio 2015

“Due economie tanto interdipendenti che il Sud rappresenta uno dei principali mercati per il Nord”. Lo sostiene Paolo Savona, presidente Fondo interbancario di Tutela dei depositi e autore dello studio “Sviluppo rischio e conti con l’esterno delle regioni italiane”. Per Savona, “quello del Sud mangia fondi pubblici è uno stereotipo”.
Quale rapporto esiste tra l’economia del Sud e quella del Nord?
Sono due economie legate tra loro. Le regioni settentrionali trasferiscono al Sud risorse pubbliche, ma le regioni meridionali ne restituiscono di più sotto forma di beni, e sostenendo l’occupazione. Nel decennio 1995-2005 il Centro-Nord ha erogato al Sud circa 45 miliardi, mentre il Mezzogiorno ne ha restituiti 62 in beni e servizi. Parlare del Sud come mangia fondi pubblici è stereotipo.
Quando parla di “pentola bucata” cosa intende?
Forti deficit nei conti con l’estero delle regioni comportano “stress da compensazione”, in quanto richiedono finanziamenti per compensare i buchi. Lo “stress da compensazione” si riflette in una peggiore qualità del credito rispetto alle regioni dove prevalgono surplus nei conti esteri. Tutto ciò indebolisce il sistema produttivo locale e lo penalizza nell’accesso al credito.
Che ruolo avrà il federalismo fiscale?
Il federalismo fiscale avrà un forte impatto sul Sud.Il sistema meridionale deve puntare di più all’export per crescere.
R.R.

Da: http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:5Y1zIfpaKMsJ:archivio.denaro.it/VisArticolo.aspx/VisArticolo.aspx%3FIdArt%3D617374%26KeyW%3D+&cd=5&hl=it&ct=clnk&gl=it&lr=lang_en|lang_it

 

Il Denaro

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: