MO RACCOGLIAMO LE ULTIME FIRME. MANCA LA TUA, NON MANCARE

22 aprile 2015

Lista civica meridionlista MoQuesto è un appello accorato. Vi ho raccontato per primo, sul giornale per il quale lavoro, dei 12 miliardi tolti al Sud sui fondi Ue. Ho sollevato il velo sulle tariffe elettriche più care al Sud. Ho rivelato che il 98,8% degli investimenti ferroviari programmati dal governo sono al Centronord. Ho fornito le cifre delle formule che danneggiano la sanità e le università meridionali. Una mia inchiesta ha svelato il trucco sui fabbisogni standard per gli asili nido posti a zero in tanti Comuni meridionali. Ho, con dolore, raccontato l’assenza dei parlamentari meridionali nei voti decisivi per il Mezzogiorno. Ma nulla è cambiato.

Pian piano mi sono convinto, e in tanti insieme a me, che raccontare non basta. Bisogna agire, reagire, per sostituire una classe politica inetta. Il voto, anche se si fa di tutto per screditarlo, è un’arma potentissima. Non è vero che nulla può cambiare. Ma per vedere sulla scheda elettorale, il 31 maggio, il simbolo della lista civica MO! e poter scegliere bisogna che lo chiedano 7.750 cittadini: 2.000 a Napoli, 1.750 a Caserta, 1.000 ad Avellino, 1.000 a Benevento e 2.000 a Salerno. A Napoli e a Caserta l’obiettivo è raggiunto e superato da giorni. Ad Avellino, Benevento e a Salerno siamo ancora sotto la soglia minima.

Possiamo farcela: fino a martedì 28 aprile si può firmare. E’ sufficiente andare con un modulo presso il proprio Comune e firmare all’ufficio elettorale, che in periodo elettorale deve essere obbligatoriamente aperto anche il sabato e la domenica, firmare e comunicarcelo perché si possa passare a raccogliere i modelli.

Oppure si può raggiungere uno dei banchetti che organizzeremo il 25 e 26 aprile nella due giorni che abbiamo battezzato LiberiaMOci (l’elenco è nella sezione eventi della pagina Facebook di MO!: https://www.facebook.com/mosud.org/events)

L’appello è accorato perché sarebbe un peccato, dopo 154 anni di umiliazioni, fermarci a poche centinaia di firme dal traguardo e buttare le migliaia già raccolte. Stiamo dando una speranza a tante persone, soprattutto a chi vive ormai lontano dalla nostra terra e a chi teme di dover partire o di veder partire i propri figli. Non vorrei che ciascuno pensasse che qualcun altro si sta adoperando. Anche chi vive nelle province di Napoli e Caserta può attivare amici nel resto della regione. Anche chi è legato ad altri partiti può firmare, in nome della democrazia e della libertà di espressione del consenso.

La libertà non si delega, si conquista. MO PUOI.

PS: oggi un consigliere comunale di lungo corso mi ha detto che è la prima volta che vede moduli per la raccolta firme con già scritti i nomi dei candidati: non so se esagera, so che stiamo facendo tutto con trasparenza perché la politica o è limpida o è affare dei trafficanti di consenso.

 

Marco Esposito

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: